Pog Mania


Ogni annata ha le sue manie: musica, oggetti, abbigliamento, motori e giochi.

Alla metà degli anni '90 impazzò la mania dei #POG .... Ve li ricordate?
Noi ce li ricordiamo benissimo anche perché ne andavamo MATTI!
E come vi accennavamo nell'articolo della settimana scorsa, noi ragazzetti ci divertivamo davvero con poco....


Che dire di questi piccoli dischetti? 
Beh che erano un gioco semplice e di facile comprensione per chiunque...attiravano la nostra attenzione soprattutto per i bellissimi disegni ed immagini che vi erano raffigurate, ma ci attiravano tantissimo anche per la loro #mascotte che era un mostriciattolo peloso con dentoni giganteschi😂


In questo gioco i Pog erano divisi in due categorie:
- i #POG in cartoncino che erano quelli da conquistare, sulla facciata principale del dischetto c'erano rappresentate figure di ogni tipo ed erano anche i più colorati;  
-gli #SALMMER più spessi e fatti di plastica rigida, furono creati apposta per essere i conquistatori del gioco, erano anche quelli più bramati perché le loro figure erano incise e verniciate con colori cromati. 



Le Regole del Gioco:

Il giocatore metteva in colonna una quantità definita in partenza di POG, tutti con la faccia colorata rivolta verso il basso, l'avversario faceva lo stesso con i suoi.
Chi partiva per primo prendeva il proprio SLIMMER e lo lanciava verso la torre avversaria così da far cadere più POG possibili.....se i POG cadendo si giravano a faccia verso l'alto, diventavano proprietà del tiratore.
Allo stesso modo l'avversario procedeva verso la colonna del giocatore n.1

Semplice vero? 😎




Io e mio fratello eravamo matti per questi POG, ed infatti non mancavano mai i litigi....primo perché non si sa come mai lui avesse sempre quelli più belli e stilosi ed io invece gli scarti dell'universo e secondo perché  barava sempre per accaparrarsi anche quei pochi dischetti che mi erano rimasti...
Ma va bene,eravamo dei pischelli e ci stava anche la disputa, però quando eravamo noi contro gli altri non ci batteva nessuno;ed infatti i nostri genitori, dopo aver visto che la collezione aumentava sempre più, ci hanno regalato i porta POG, che erano dei blister colorati dove poterli inserire e tenere al sicuro da occhi e mani indiscrete 😂

Anche questo gioco, come le figurine, era un modo di passare il tempo a casa ma anche a scuola durante la ricreazione, tra scambi di doppioni e gare come se non ci fosse un domani.....si trovava sempre il tempo per giocare a POG.💓


Sperando di avervi fatto fare un bel tuffo negli anni '90 anche questa volta e avervi rispolverato la mente delle  manie di noi ragazzini fissati con i giochi di ogni genere, Vi ringraziamo di averci seguito anche oggi e bevendo una bella tazza di the caldo dato il tempo instabile e uggioso, Vi auguriamo una buona domenica e Vi aspettiamo sempre domenica prossima con un altro articolo per la rubrica "Il The delle Cinque"

#bacibaci

Commenti

  1. Anche io giocavo con mia sorella ed ero sfigatissima, mi rimanevano sempre meno dischetti...bastava davvero poco per divertirsi, hai ragione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora siamo in due sfigatissime perché mio fratello mi faceva sempre le scarpe....accipicchia a questi fratelli disgraziati :-)

      Elimina

Posta un commento

Articoli